post-title L’informaveloce mensile – Edizione FEBBRAIO 2021

L’informaveloce mensile – Edizione FEBBRAIO 2021

L’informaveloce mensile – Edizione FEBBRAIO 2021

L’informaveloce mensile – Edizione FEBBRAIO 2021

UN PIZZICO DI ALLEGRIA

Quest’anno sarebbe stata la XXIX edizione del tanto atteso Carnevale Valdericino, ma in questi mesi nessuna preparazione e progettazione di carri allegorici, niente balletti e scenografie artistiche per strada, niente nastrini e lustrini, niente coriandoli e stelle filanti in aria. Niente di tutto ciò, ma mai senza un pizzico di “magia e allegria”.

La Pro Loco Valderice, infatti, ha voluto dare una continuità a questo grande e meraviglioso evento per strappare qualche sorriso, soprattutto ai nostri bambini che non meritano di continuare a respirare questa brutta tensione. Lancia pertanto due Contest virtuali, coinvolgendo tutti, dai piccoli ai grandi. Nessuno escluso!

Il concorso “ARRIVANO I NANNI”, consiste nel realizzare il nanno e la nanna, creando una scena divertente in cui loro sono i protagonisti, dando largo sfogo alla nostra fantasia e creatività, per poi disporli davanti casa, lungo le strade, fotografare la scena e partecipare. Con questa iniziativa si vuol soprattutto dare una continuità ad un’antica tradizione, nonché la creazione di questi pupazzi con dentro della paglia che vengono poi bruciati. Questo rogo rappresenta il saluto al Carnevale, l’inverno morente che cede il passo alla rinascita della natura e della vita stessa con l’arrivo della primavera. Il primo classificato con 140 like è il giovane Giuseppe Rosselli che ha dato vita ai suoi nanni, nel vero senso della parola, in quanto li ha realizzati in movimento, seguito da Patrizia Fontana che ci ha deliziato con 3 diverse scene e infine Eleonora Di Gregorio che ha saputo rendere i suoi nanni stanchi ma sportivi.

In collaborazione con il Comitato Carnevale si dà vita alla Prima Edizione on-line della “Mascherina D’argento”, realizzando una sfilata in maschera virtuale. Un concorso gratuito e aperto a giovani da 0 a 16 anni, residenti nella provincia di Trapani, in cui le parole d’ordine sono state fantasia e creatività, ma soprattutto “allegria”. Si aggiudica il titolo di vincitore il piccolo clown Giorgio Rizzo, ossia la mascherina che ha ottenuto 1,3 mila like, seguito dal pesciolino Scalia Poma Francesco con 777 like e dalla graziosa cuoca Ambra Di Gesù con 735 like.

TRIPLETTE PRESEPISTICA

Strepitosa triplette ottenuta dal nostro giovane valdericino Francesco Monacò che, con l’aiuto della sua Famiglia, ha vinto i Contest Presepistici classificandosi Primo in quello comunale indetto dalla Pro Loco di Valderice, Secondo in quello provinciale indetto dall’Unpli Trapani e nuovamente Primo in quello regionale indetto dall’Unpli Sicilia, portando con grande orgoglio il nome del territorio valdericino in giro per la Sicilia.

Proverbio del mese

AGNEDDU E SUCU E FINIU U VATTIU. / AGNELLO E SUGO ED È FINITO IL BATTESIMO.

EMOZIONI FUORIPORTA

Con grande spirito di coinvolgimento, grazie anche alla partecipazione al Concorso delle nostre volontarie Francesca e Chiara del Servizio Civile Universale, Valderice partecipa e prosegue per ben tre sfide virtuali tra Chiaramonte Gulfi, Torre del Palo, Castellamare del Golfo portando avanti non solo il buon nome del Paese ma soprattutto le bellezze artistiche, storiche, culturali ed enogastronomiche che essa possiede. Invece nel periodo di Carnevale si è vista sfidare con altre stesse realtà (Chiaramonte Gulfi, Coumba Freida, Oristano, Casteltermini, Borgosesia, Santhia, Larino, Lodi, Monfalcone, Ferrara, Settimo di Montalto Uffugo, Melfi e Giulianova) che in questo periodo riempiono il territorio di maschere, festa e tanta allegria, aggiudicandosi il titolo di “Il Carnevale Preferito”.

Fuoriporta è una realtà di professionisti (giornalisti, esperti di marketing, specialisti del settore enogastronomico e agroalimentare, appassionati conoscitori delle usanze locali, cultori e studiosi di storia) legati tutti attorno al vasto progetto orientato alla promozione turistico-culturale, alla valorizzazione del territorio e delle tradizioni, ma anche alla tutela del folclore e dell’enogastronomia di nicchia. La loro missione sostiene ed affianca Amministrazioni e Associazioni locali, piccoli e grandi Comuni e le Pro Loco, con l’unico obiettivo: comunicare ed esportare al meglio, attraverso la creazione di progetti ed eventi ad hoc, l’immenso patrimonio di emozioni su cui si basano da secoli le nostre piccole comunità.

CHIACCHIERE

BREAKAPP

È un applicazione ideata dal giovanissimo valdericino Giacomo Buzzitta e da Generazione App, e permette di semplificare la gestione della pausa caffè e del pranzo e costruire una nuova logistica del food delivery puntando sulla collaborazione tra gruppi di persone e attività commerciali di pertinenza territoriale.
Attivando la convenzione, il sistema offre prezzi agevolati e consegna gratuita per la colazione, pranzo, o qualsiasi snack, con la possibilità di pagare tutto anche con i buoni pasto.

È pensata per le scuole, uffici e gli istituti comprensivi sia con punto di ristoro interno sia per quelle che si rivolgono, o vorrebbero rivolgersi, alla rete di esercenti locali. Gli esercenti attraverso una prenotazione digitale, rendono il loro servizio immediatamente fruibile alle stesse condizioni vantaggiose e senza assembramenti. Si può scegliere di pagare con il proprio conto Breakapp: un credito che viene ricaricato presso l’esercente.

La start up con sede a Valderice, nasce dalla volontà di costruire un polo di innovazione. Una scelta, quindi, non casuale, ma determinata dall’esigenza di creare soluzioni per la quotidianità, con l’obiettivo di innovare, prima di tutto, il lato commerciale.

MARIA SS. DELLA PURITA’

Nella Via principale Simone Catalano di San Marco fu costruita nel XVI secolo la Chiesa dedicata a Maria SS. Purità di cui vi è una statua lignea del XIX secolo. È la più grande fra quelle antiche, ed è anche la più bella fra tutte. Eretta originariamente nel 1575 e dedicata al culto di San Marco Evangelista, subì più di un crollo e conseguente restauro che ne hanno modificato la struttura originaria. L’attuale versione risale al 1817/18. Nel 1881 il vescovo di Trapani intitolò la chiesa alla “Purità di Maria S.S.”, sotto il patronato della Matrice di Erice. Nel 1920 il tempio ottenne l’autonomia parrocchiale. La chiesa, a navata unica, è accomunabile nello stile interno, per stucchi, colori, disegni, a quella di San Martino di Erice e, con le dovute differenze di proporzioni e monumentalità, alla cattedrale di San Lorenzo a Trapani. L’abside è semicircolare, copertura a botte e altari laterali. L’altare maggiore, interamente in legno, sorregge per mezzo di quattro colonne in stile corinzio, la statua lignea della Madonna della Purità, realizzata dall’ericino Pietro Croce.

DISTANTI MA UNITI

Si è concluso il 19 Febbraio 2021 il Servizio Civile Universale di tutti i volontari impegnati sul campo e da remoto, visto il periodo di emergenza sanitaria, con le Pro Loco della Provincia di Trapani (Valderice, Vita, Custonaci, Buseto Palizzolo, Salemi, Gibellina, Castellamare del Golfo). Un anno difficile e molto particolare, ma nonostante tutto pieno di impegno e voglia di lavorare. Lo scorso 16 Febbraio, infatti, si è svolto in modalità virtuale un incontro per la presentazione degli elaborati finali che ognuno ha idealizzato e portato a termine del loro percorso formativo e lavorativo. Hanno partecipato oltre gli operatori volontari, i rispettivi Olp e Presidenti, ma anche i responsabili della Segreteria Regionale Giulia Puglisi e Antonio Trovato, il responsabile della Segreteria Nazionale Lorenzo Fanfoni e il Presidente Nazionale Antonino La Spina.

Le volontarie della Pro Loco di Valderice Francesca Licata e Chiara De Rosa, non hanno mai smesso di dare il loro contributo per valorizzare al meglio il territorio, svolgendo con cura e dedizione il servizio in modalità da remoto. Numerose sono state le iniziative portate avanti, anche in collaborazione con i colleghi e il coordinamento dell’Unpli Tp, rispettando gli obiettivi previsti e prefissati sin dall’inizio, molteplici le tematiche trattate e il tutto utilizzando il web e i social come canali di comunicazione, sensibilizzazione, promozione e marketing per il nostro territorio, coinvolgendo attivamente e virtualmente tutta la popolazione. Vista la situazione epidemiologica hanno voluto sostenere per primo i cittadini. Hanno elaborato delle “Schede informative di attività ricettive, locali e artigianali” inserendo in ognuna di esse indirizzi, contatti, una breve storia dell’attività e persino una ricetta enogastronomica tradizionale e i metodi di lavorazione di un prodotto. Uno dei loro obiettivi è stato proprio quello di voler coinvolgere tutti, dai piccini ai grandi. Nascono così le iniziative in quarantena “Andrà tutto bene”, “Scorci di quarantena”, “Vivi la tua tradizione”, “Festa del papà e della mamma” ecc.., in cui l’oggetto protagonista è stata la fotografia, capace di immortalare il momento e attraverso di esso riuscir in qualche modo a poterlo rallegrare. Soprattutto per i bambini è stato importante coinvolgerli e non fargli pesare la tensione e attraverso i colori dell’arcobaleno incitarli alla spensieratezza e alla speranza. L’iniziativa “Vivi la tua tradizione” lanciata assieme all’Unpli Tp, ha voluto sottolineare l’importanza delle tradizioni e degli eventi del Paese. L’archiviazione di tutto questo materiale ha fatto sì che si rivivesse in maniera virtuale ogni singolo evento, con le sue caratteristiche e riportando alla memoria ricordi ad esse legate. Altro importante progetto dedicato ai bambini è stato la realizzazione di una collana di “Storie illustrate” in cui si raccontano in rima o in prosa, tra colori e illustrazioni, temi e siti territoriali, in modo da farli avvicinare sin da piccoli alla conoscenza del proprio paese e delle bellezze che essa possiede. In occasione della “Giornata Nazionale del Dialetto”, lanciata dall’Unpli Tp in collaborazione con le Pro loco della provincia, hanno voluto analizzare e soffermarsi sulle origini e sulla provenienza, analizzando “i soprannomi o ‘ngiuri” che si tramandano di generazioni in generazioni, proprio quello che oggi i giovani conoscono sotto il nome di “nickname”, il tutto riassunto con l’elaborazione di un video dal titolo “E tu a cu apparteni?”. Ricordare è importante, ma conoscere, rivivere e tramandare le tradizioni significa portare a valorizzare la propria terra. Una terra che viene valorizzata anche da chi vi abita, da chi vi lavora e da chi in essa ha messo le radici. Da tale ragione nasce l’elaborazione di “Schede biografiche di Personaggi Valdericini” che hanno lasciato e continuano ancora oggi a lasciare il proprio segno.

“Lasciare il segno” è ciò che si sono premesse le nostre volontarie concludendo e presentando in quest’ultima fase il loro progetto finale e personale:

“Valderice, tra passato e presente” realizzato da Chiara De Rosa è un Opuscolo che tratta dei beni materiali presenti nel territorio valdericino, dedicando un breve spazio nella parte finale ad una tradizione nostrana ormai perduta, la Mattanza, soffermandosi sulla “Cialoma dei Tonnaroti”, con l’obiettivo principale di far conoscere questi beni dalle sue origini fino al giorno d’oggi.

“Sguardo a confronto tra memoria e attualità per rivivere il Paese” è un Volume allegato alla creazione di Foto-Quadri destinati ad una mostra momentaneamente non realizzabile causa Covid-19, realizzato da Francesca Licata durante questi 12 mesi. Esso è la sintesi non solo della spiegazione del progetto ma riassume in qualche modo tutto il percorso fatto durante l’intero anno di SCU e reso completo dalla presentazione di tutto il territorio con i suoi beni materiali e immateriali, e anche includendo e ponendo a confronto il Servizio civile e l’originalità con la Pro Loco Valderice, il Dialetto e l’importanza della Lingua locale, il mutamento dal Cartaceo al Digitale, gli Sport di ieri e oggi a Valderice, e analizzando infine il Gioco, la sua importanza e i cambiamenti che ha subìto.

A questo proposito dichiarano: <<Grazie a tutti coloro che ci hanno continuamente accompagnato, supportato e sopportato in questo anno che nessuno dimenticherà e auguriamo di ritornare alle nostre abitudini, a preparare e realizzare eventi per ripartire tutti assieme in allegria. Intanto continuiamo a rispettare sempre le normative anti-Covid, che un giorno ci ricorderemo di quanto sia stato prezioso il nostro rimaner DISTANTI MA UNITI!>>

Di Francesca Licata, Volontaria S.C.U. 2020-2021
Progetto “Itinerari tra passato e presente

Profilo dell'Autore

Pro Loco Valderice
Pro Loco Valderice
L’ ”Associazione turistica Pro Loco Città di Valderice “ nasce il 06 Novembre 1995, nell’omonimo Comune di Valderice, con l’obiettivo di porsi da tramite non solo per la promozione del territorio ma anche per tramandare tutte quelle tradizioni che contraddistinguono il nostro Paese. ulteriore elemento caratteristico della Pro Loco Valderice è il volontariato, in quanto ciascuno dei soci associati a tale Associazione presta a titolo gratuito e volontario il proprio servizio.

L’ “Associazione turistica Pro Loco Valderice” crea in prima linea eventi e manifestazioni volti a richiamare l’utenza nel nostro territorio, rispondendo alla più disparate esigenze dell’utenza stessa.

Tra le attività organizzate dalla Pro Loco occorre annoverare delle presentazioni di libri, delle giornate di beneficenza organizzate in collaborazione con Associazioni come Unicef o Telethon e per ultimo il concerto del primo Maggio per dare rilevanza a un argomento importantissimo come la Politica del Lavoro.

About Pro Loco Valderice

L’ ”Associazione turistica Pro Loco Città di Valderice “ nasce il 06 Novembre 1995, nell’omonimo Comune di Valderice, con l’obiettivo di porsi da tramite non solo per la promozione del territorio ma anche per tramandare tutte quelle tradizioni che contraddistinguono il nostro Paese. ulteriore elemento caratteristico della Pro Loco Valderice è il volontariato, in quanto ciascuno dei soci associati a tale Associazione presta a titolo gratuito e volontario il proprio servizio. L’ “Associazione turistica Pro Loco Valderice” crea in prima linea eventi e manifestazioni volti a richiamare l’utenza nel nostro territorio, rispondendo alla più disparate esigenze dell’utenza stessa. Tra le attività organizzate dalla Pro Loco occorre annoverare delle presentazioni di libri, delle giornate di beneficenza organizzate in collaborazione con Associazioni come Unicef o Telethon e per ultimo il concerto del primo Maggio per dare rilevanza a un argomento importantissimo come la Politica del Lavoro.

Valderice online consiglia

Loading…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…
Translate »