post-title CHICCHE LETTERARIE PER GRANDI E PICCINI: Speciale Dantedì

CHICCHE LETTERARIE PER GRANDI E PICCINI: Speciale Dantedì

CHICCHE LETTERARIE PER GRANDI E PICCINI: Speciale Dantedì

CHICCHE LETTERARIE PER GRANDI E PICCINI: Speciale Dantedì

BIBLIOTECA COMUNALE “F. DE STEFANO

25 marzo: Speciale Dantedì

Il Dantedì è la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri e si celebra ogni 25 marzo. La data è stata approvata il 17 gennaio 2020 in vista delle celebrazioni per il settecentesimo anniversario della morte del poeta, avvenuta il 14 settembre 1321. La scelta del 25 marzo non è casuale, per gli studiosi rappresenta l’inizio del viaggio di Dante nell’aldilà, quando si sarebbe smarrito nella “selva oscura” “nel mezzo del cammin” della sua vita, cioè intorno ai 35 anni (egli considerava l’età media della vita in 70 anni) e precisamente tra il 25 ed il 26 marzo del 1300.

Importante linguista, teorico politico e filosofo, Dante spaziò all’interno dello scibile umano, segnando profondamente la letteratura italiana e la stessa cultura occidentale, tanto da essere soprannominato il “Sommo Poeta”. È considerato il padre della lingua italiana e la sua fama è dovuta alla paternità della “Comedìa”, divenuta celebre come “Divina Commedia”.

Dante è inferno, purgatorio e paradiso: la “Divina Commedia”, il più grande capolavoro in lingua italiana ed uno dei pilastri della letteratura mondiale, è un’opera monumentale di oltre 14.000 versi. In Biblioteca trovi diverse edizioni della “Divina Commedia”, ma l’edizione più prestigiosa è quella illustrata da Gustave Dorè.

(Solo consultazione)

Dante è la gentilezza e l’onestà del sonetto proemiale della “Vita nova” e la petrosità delle rime “aspre e chiocce”, è il vento di Paolo e Francesca, è il rumore digrignato dei denti del conte Ugolino che si accaniscono famelici e vendicativi sulla nuca dell’arcivescovo Ruggieri. Dante sono le ambiguità lascive del “Fiore” e le altezze rarefatte del “Convivio”, del “De Monarchia”, e la precisione del “De vulgari eloquentia”.

Trovate questi titoli nel settore dei classici con pubblicazioni di qualità, quali i volumi dell’U.T.E.T.(Unione Tipografico-Editrice Torinese), la casa editrice nata a Torino nel 1791 e tra le più antiche d’Italia.

(Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

Tra le nuove acquisizioni vi segnalo “A riveder le stelle: Dante, il poeta che inventò l’Italia” di Aldo Cazzullo: un libro sul più grande poeta nella storia dell’umanità e sulla nascita della nostra identità nazionale; per essere consapevoli di chi siamo e di quanto valiamo.

(Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

Dante si studia nei dipartimenti di teologia, filosofia, storia e storia dell’arte, ma anche geografia per le implicazioni cosmologiche.

Incontriamo Dante quando la radio ti rimpalla Jovanotti, che canta “amor ch’a nullo amato amar perdona, porco cane, lo scriverò sui muri e sulle metropolitane…” in “Serenata rap” e quando il cantautore romano Antonello Venditti canta “Ci vorrebbe un amico”.

E incontriamo Dante in un libro scanzonato, leggero e dottissimo: “Il mio Dante”.

Roberto Benigni, il nostro più amato e popolare attore comico, legge e commenta “La Divina Commedia” di Dante. A rileggere i canti commentati da Benigni sembra di sentire la sua voce, la cadenza toscana e la dinamicità fisica e psicologica di un lettore impareggiabile che è riuscito a far amare Dante anche a chi non lo aveva mai incontrato. (Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

All’estero Dante è presente dappertutto anche nella popular culture: nella fantascienza, nel noir, nei videogiochi, nel cinema, nella musica pop …

Incontriamo Dante in un thriller avvincente come “Il circolo Dante” di Matthew Pearl.

Boston 1865: un gruppo di letterati fonda un circolo per far conoscere la Divina Commedia in America. Il comitato direttivo della vicina università di Harvard ostacola la diffusione delle “superstizioni immorali” di Dante, ma quando la città viene insanguinata da una serie di efferati delitti, i membri del Circolo Dante sono gli unici in grado di scoprire il colpevole. Sembra infatti che l’assassino si ispiri alle torture dell’Inferno per martoriare le sue vittime. (Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

E incontriamo Dante nel libro “Inferno” di Dan Brown.

Ispirato alla Divina Commedia, ambientato ovviamente nella penisola Inferno”, c’è tutta la cultura di Firenze nell’avvincente thriller di Dan Brown, anche se con errori ed incongruenze. (Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

L’anniversario della morte di Dante Alighieri ci dà l’occasione di avvicinare i ragazzi alla vita del sommo poeta e alla sua opera.

Eccovi quindi “Nel mezzo del cammin”, brani scelti dalla “Divina Commedia” e raccontati da Claudio Elliot.

Una nuova versione del testo dantesco, accattivante e moderna, che alterna versi originali a brani adattati in modo preciso e mai banale. (Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

E per finire “L’Amor segreto: Dante, Beatrice, Gemma” di Angela Nanetti e Roberto Innocenti, un capolavoro che tutti dovrebbero leggere.

Libro di rara bellezza, scritto in lingua colta, “L’Amor segreto” racconta sì la vita di Dante, ma soprattutto dà un volto a Gemma Donati, moglie del poeta. Angela Nanetti l’ha scritto in stato di grazia, con passione, coinvolgendo i lettori in un viaggio che ne percorre l’infanzia, la giovinezza e la maturità, impreziosito dalle tavole di Roberto Innocenti. Ne esce un ritratto sorprendente e ben modulato, che ci avvolge col tepore delle parole e si trasforma in canto. E’ un classico del futuro. (Clicca qui per approfondire e verificare disponibilità)

Ricordandovi che la Biblioteca c’è anche in questo difficile momento, vi auguro buona lettura!

La Bibliotecaria Rosaria

Profilo dell'Autore

Biblioteca Comunale
Biblioteca Comunale
Centro informativo-divulgativo locale rende prontamente disponibile per i suoi utenti ogni genere di conoscenza ed informazione e svolge un servizio di trasmissione di cultura in tutte le sue forme.Oltre a curare i tradizionali servizi di pubblica lettura, offre servizio di prestito domiciliare e interbibliotecario, anche ai non residenti,che consultano il catalogo attraverso il web (nel 2003 la biblioteca ha aderito al progetto per l’attivazione della banca dati bibliografici provinciale, coordinata con il Servizio Bibliotecario Regionale e Nazionale). L’informazione bibliografica è garantita anche dalla consultazione degli schedari per autore, soggetto e titolo. I servizi della biblioteca sono forniti sulla base dell’uguaglianza di accesso per tutti, senza distinzione di età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale, anzi favorendo l’integrazione degli africani, ospiti nella comunità.

About Biblioteca Comunale

Centro informativo-divulgativo locale rende prontamente disponibile per i suoi utenti ogni genere di conoscenza ed informazione e svolge un servizio di trasmissione di cultura in tutte le sue forme.Oltre a curare i tradizionali servizi di pubblica lettura, offre servizio di prestito domiciliare e interbibliotecario, anche ai non residenti,che consultano il catalogo attraverso il web (nel 2003 la biblioteca ha aderito al progetto per l’attivazione della banca dati bibliografici provinciale, coordinata con il Servizio Bibliotecario Regionale e Nazionale). L’informazione bibliografica è garantita anche dalla consultazione degli schedari per autore, soggetto e titolo. I servizi della biblioteca sono forniti sulla base dell’uguaglianza di accesso per tutti, senza distinzione di età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale, anzi favorendo l’integrazione degli africani, ospiti nella comunità.

Valderice online consiglia

Loading…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…
Translate »