post-title L’informaveloce mensile – Edizione MARZO 2021

L’informaveloce mensile – Edizione MARZO 2021

L’informaveloce mensile – Edizione MARZO 2021

L’informaveloce mensile – Edizione MARZO 2021

MAKARI

Chi sa la storia nu poco curiosa, nu poco scuntrusa che parla d’amore

Per le tradizioni, per le mie radici, ma Makari è casa

E il cuore canta per te.

Canta più forte ma fallo in silenzio,

Perché qui nessuno ci sente, ci vede…

Ma Makari è casa, è gioia e dolore…

Makari nulla di me dicon più,

Chi sa la storia nu poco curiosa, nu poco scuntrusa che parla d’amore,

ma Makari è casa e il cuore canta per te”.

Per le tradizioni, per le mie radici,

Queste le parole cantate da “Il Volo” per omaggiare, attraverso la sigla, la serie TV, trasmessa da Rai Uno, “Makari”.

Siamo abituati a vedere omaggiate le bellezze del nostro territorio, ma siamo altresì abituati a subire gli oltraggi della cronaca, che descrivono la Sicilia come terra di Mafia e di arretratezza culturale. Siamo abituati a sentir parlare del Sud come quella parte dello stivale che non sa mai partire senza un aiuto, che lascia scappare i suoi figli migliori perché non in grado di far uscire i sogni dal cassetto.

Invece, la serie TV “Makari”, sta dando voce alla vera Sicilia, terra di forti tradizioni, abitata da uomini di sani principi e di paesaggi bellissimi. Ogni lunedì sera, da poche settimane a questa parte, il cuore di ciascuno di noi ha palpitato a vedere in TV i nostri luoghi, e il territorio così ne guadagna gran risalto.

Lo scrittore La Manna, con la sua genuina curiosità, passeggia per le nostre strade e si addormenta cullato dal rumore del nostro mare. Il suo amico Piccionello, con disarmante simpatia, incarna il siciliano tipo, un uomo altruista e benpensante. Ama il calcio e ne fa un vanto tanto da dire di aver giocato in numerose squadre, come il Valderice.

E sulle note della Premiata Formeria Marconi danza impetuoso Monte Cofano sul golfo di Lido Valderice, come a ricordarci che quella bellezza noi possiamo viverla ogni giorno. Makari non rappresenta altro che il posto in cui tornare. E la Sicilia questo è, il nido in cui fare ritorno. Makari ci sta regalando la possibilità di dar risalto alla fortuna che la natura ci ha dato e ci mette davanti alla responsabilità di dover alimentare sempre di più quella bellezza. Questa serie TV ci fa sentire a casa, “Mamma talìa si vitte Peppe!”. Non è la prima volta che qualcuno di noi, Valdericini, compaia in TV ma questa volta è come se la TV avesse inondato ciascuno degli angoli delle nostre case, sempre più vissute, viste le restrizioni relative alla pandemia. E il lunedì sera è come se il mondo si fermasse, proprio come una volta succedeva con “Carosello”. Valderice è stata protagonista nello sviluppo della serie TV “Makari”, regalando agli spettatori i suoi paesaggi, le sue luci e il suo mare. Viviamoci la bellezza e facciamo sempre in modo che Valderice sia “tra cielo e mare”.

20 ANNI DI SCU

Il 6 Marzo 2021 il Servizio Civile ha celebrato 20 anni dalla sua istituzione, fondato sulla difesa della Patria e sui principi costituzionali di solidarietà sociale, volto a salvaguardare il patrimonio della Nazione e a contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani. Nel 2017, con il decreto legislativo n. 40, si trasforma in Servizio Civile Universale.

Numerosissimi hanno vissuto un’esperienza unica ed irripetibile, che avvalendosi di questo percorso formativo e professionale, riconoscono il bisogno di crescere, di maturare conoscenze, esperienze e competenze, di avvicinarsi più concretamente anche al mondo del lavoro, di incidere maggiormente sui territori e sulle comunità.

Da poco è scaduto l’ultimo bando e la Pro Loco Valderice offre la possibilità e l’opportunità di svolgere un anno di lavoro per la promozione turistica e culturale del nostro paese a soli 2 operatori volontari. Pertanto auguriamo alle volontarie uscenti del SCU 2020 un percorso professionale ricco ed esaustivo, e allo stesso modo non vediamo l’ora di dare il benvenuto ai futuri volontari, sperando fortemente di ritornare in sede e realizzare eventi per ripartire tutti assieme in allegria.

UNA COLOMBA CONTRO LA FIBROMIALGIA

La fibromialgia è una sindrome cronica e ingravescente caratterizzata da dolore diffuso, astenia e rigidità muscolare. È una sindrome sconosciuta ai più ma che affligge migliaia di persone in tutto il mondo, interessando per lo più soggetti di sesso femminile (circa il 90% dei malati). Dopo l’osteoporosi, è la malattia reumatica più diffusa in tutto il mondo. La Fibromialgia non è soltanto una malattia del corpo, poiché, a causa della sua ingravescenza funzionale, condiziona profondamente anche la sfera psico affettiva dei soggetti affetti. Fino a pochi anni fa era un arcano della medicina. Oggi sono innumerevoli gli studi condotti a riguardo.

Proprio per questo l’associazione Turistica Pro Loco Valderice vuole promuovere l’iniziativa dell’Associazione AISF ODV, radicata ormai nel nostro territorio, a favore della Ricerca, atta a trovare delle soluzioni nel campo della cura della Fibromialgia. Nello specifico, l’Associazione sponsorizza l’iniziativa, messa in campo, attraverso la vendita di colombe pasquali. Il vostro aiuto sarà un’arma di pace fondamentale alla vittoria di una battaglia che non merita di rimanere silente!

INDOVINELLO “CHE COS’E’?”

Jo l’haio e tu l’hai, ma comu a mia tu nun ci l’hai. / La risposta verrà data nel mese successivo

SAN GIUSEPPE -FESTA DEI PADRI E DEI LAVORATORI

Nell’immaginario comune, la figura di San Giuseppe evoca l’immagine del padre premuroso, di un marito devoto e di un lavoratore appassionato alla propria professione. La Festa di San Giuseppe ha una tradizione fortemente radicata nel territorio siciliano, ed è caratterizzata dallo svolgersi di peculiari eventi, quali l’invito di San Giuseppe e la cosiddetta “Vampata”. Simboli culinari della festa di San Giuseppe, celebrata il 19 Marzo di ogni anno, sono il cosiddetto sfincione e i pani di San Giuseppe, veri e propri esempi di artigianalità culinaria. Proprio i pani rappresentano uno dei principali simboli della festa di San Giuseppe e sono testimonianza di una peculiare tradizione dal forte significato.

Ciascuno di questi pani viene realizzato con una forma particolare, collegata ad un significato; il Sole, ad esempio, rappresenta Gesù Cristo, luce del mondo, le Chiavi sono simbolo delle parti del cielo, il Calice è simbolo dell’ultima cena e dunque dell’Eucaristia, il Giglio rimanda alla fioritura del bastone di San Giuseppe, ma le forme più significative sono i tre pani dei Santi, che rappresentano Gesù, Giuseppe e Maria, che vengono donati ai cosiddetti Santi alla fine del rituale pranzo. San Giuseppe è il patrono dei papà. La sua è una figura dalla forte valenza liturgica e sociale.

PREMIAZIONE CONTEST DI CARNEVALE

Sabato 13 Marzo presso il Molino Excelsior si è svolta, in totale semplicità, spensieratezza e nel rispetto delle norme anti-covid, la premiazione dei vincitori dei due “Contest Carnevaleschi” indetti dalla Pro loco e dal Comitato Carnevale di Valderice, con il patrocinio del Comune di Valderice. L’obiettivo principe è stato raggiunto: regalare sorrisi a grandi e piccini in un periodo così difficile è stato per tutti il regalo più grande.

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e un grazie speciale va al Sindaco Francesco Stabile, che ci allieta sempre della sua presenza.

DEDICATO ALLE DONNE

BREAKAPP

La Giornata internazionale della Donna, fu celebrata per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909 su iniziativa del partito socialista americano, che invitò tutte le donne a partecipare ad una manifestazione in favore del diritto di voto femminile.

Nel 1922, dopo la rivoluzione bolscevica, l’8 Marzo venne istituita come festività ufficiale per ricordare ogni anno sia le conquiste sociali, politiche ed economiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e purtroppo sono ancora oggetto in molte parti del mondo. In Italia fu festeggiata con la fine della guerra e vide la comparsa del suo simbolo, la mimosa, che fiorisce tra febbraio e marzo. Il Comune di Valderice, in questa occasione, pianta in piazza S. Pertini due alberelli di mimosa, ponendo l’attenzione sulle conquiste femminili e la necessità di continuare a lottare, ogni giorno.

18 MARZO – GIORNATA NAZIONALE IN RICORDO DELLE VITTIME DELLA PANDEMIA COVID-19

18 Marzo 2020, un anno fa, nei giorni più difficili della pandemia, le immagini dei feretri disposti uno accanto all’altro, il corteo silenzioso e solitario dei mezzi militari che trasportavano i deceduti covid, rimbalzavano in tv e su tutti i social… ma soprattutto rimanevano impresse nei nostri occhi increduli, tracciando un nuovo capitolo di storia. Da ogni parte del mondo simili immagini di dolore e incredulità, scene apocalittiche di una “guerra” subdola e sconosciuta dall’epiteto “coronavirus”. Colpiti impreparati ognuno di noi imparava ad affrontare una realtà nuova, si adeguava, ma soprattutto pagava in termini di crisi economica un prezzo per ogni categoria. Le immagini delle bare ci sembrava così distante e impossibile da poter raggiungere la nostra Sicilia eppure, ben presto è arrivato anche qui, tra lo sgomento e la paura. Ha colpito anche Valderice e 5 cittadini hanno perso la vita. Oggi, ad un anno di distanza, l’A.C. di Valderice ha voluto, in occasione della giornata nazionale delle vittime da coronavirus, ricordare quel giorno in cui acquistammo tutti la piena consapevolezza che la salute dei nostri cittadini, anche dei più anziani e vulnerabili, sarebbe stato il valore supremo da difendere e tutelare. Francesco Stabile, primo cittadino di Valderice, alla presenza di un’esigua rappresentanza di autorità civili, militari e religiose (nel rispetto delle norme anti covid) ma soprattutto dei familiari delle vittime, ricorda: “…Nessuno potrà mai dimenticare, nel corso della propria vita, la drammaticità di questo periodo di pandemia. La privazione degli affetti, la lontananza dei nonni dai nipoti, dei figli dagli anziani genitori. Tutto paradossalmente per proteggere chi invece ami di più….questo momento di ricordo, vuole essere un doveroso raccoglimento per chi ha vissuto la tragedia nella tragedia, ossia, per chi ha perso la vita a causa del virus, e di conseguenza per chi ha perso un familiare, un amico, un conoscente”. Toccante e commovente il silenzio, suonato da Salerno Miccione, ma ancora più toccante vedere la commozione tangibile negli occhi dei familiari, raccolti in un rispettoso e doloroso silenzio. Il messaggio univoco di questa giornata è che il ricordo di tante vite spezzate, il dolore per tanti affetti perduti deve trasmettere la forza per vincere questa sfida, ma soprattutto non abbassare la guardia e continuare, responsabilmente, nelle misure di prevenzione.

E sulle note dell’Inno di Mameli e il volo dei palloncini tricolore abbiamo dimostrato, in questo anno difficile di essere una grande comunità. Uniti nel dolore, tutti si sono mobilitati, ognuno per la propria competenza e disponibilità, per affrontare ed aiutare, in sinergia e collaborazione. Un sentito ringraziamento alle associazioni di volontariato, ai servizi sociali e ad ogni cittadino che si è speso per la comunità.

L’Italia si desta!

Profilo dell'Autore

Pro Loco Valderice
Pro Loco Valderice
L’ ”Associazione turistica Pro Loco Città di Valderice “ nasce il 06 Novembre 1995, nell’omonimo Comune di Valderice, con l’obiettivo di porsi da tramite non solo per la promozione del territorio ma anche per tramandare tutte quelle tradizioni che contraddistinguono il nostro Paese. ulteriore elemento caratteristico della Pro Loco Valderice è il volontariato, in quanto ciascuno dei soci associati a tale Associazione presta a titolo gratuito e volontario il proprio servizio.

L’ “Associazione turistica Pro Loco Valderice” crea in prima linea eventi e manifestazioni volti a richiamare l’utenza nel nostro territorio, rispondendo alla più disparate esigenze dell’utenza stessa.

Tra le attività organizzate dalla Pro Loco occorre annoverare delle presentazioni di libri, delle giornate di beneficenza organizzate in collaborazione con Associazioni come Unicef o Telethon e per ultimo il concerto del primo Maggio per dare rilevanza a un argomento importantissimo come la Politica del Lavoro.

About Pro Loco Valderice

L’ ”Associazione turistica Pro Loco Città di Valderice “ nasce il 06 Novembre 1995, nell’omonimo Comune di Valderice, con l’obiettivo di porsi da tramite non solo per la promozione del territorio ma anche per tramandare tutte quelle tradizioni che contraddistinguono il nostro Paese. ulteriore elemento caratteristico della Pro Loco Valderice è il volontariato, in quanto ciascuno dei soci associati a tale Associazione presta a titolo gratuito e volontario il proprio servizio. L’ “Associazione turistica Pro Loco Valderice” crea in prima linea eventi e manifestazioni volti a richiamare l’utenza nel nostro territorio, rispondendo alla più disparate esigenze dell’utenza stessa. Tra le attività organizzate dalla Pro Loco occorre annoverare delle presentazioni di libri, delle giornate di beneficenza organizzate in collaborazione con Associazioni come Unicef o Telethon e per ultimo il concerto del primo Maggio per dare rilevanza a un argomento importantissimo come la Politica del Lavoro.

Valderice online consiglia

Loading…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…
Translate »